Browse By

Allarme Covid: cos’è la variante Delta Plus che potrebbe ‘bucare’ i vaccini

coronavirus

Tutto sulla variante Delta Plus: sintomi, differenze rispetto alla variante Delta e rapporto con il vaccino anti-Covid.

La nuova frontiera della pandemia Coronavirus porta alla variante Delta Plus, una nuova variante emersa in India che sta preoccupando non poco il subcontinente asiatico. Una nuova variante che preoccupa anche il resto del mondo, compresa l’Europa. Secondo qualcuno potrebbe infatti essere in grado di ‘bucare’ i vaccini. Ma in cosa consiste nel concreto e quali sono le differenze rispetto alla variante Delta che ha già raggiunto anche il nostro paese?

Cos’è la variante Delta Plus

Sono poche le informazioni giunte ufficialmente fino in Italia della variante emersa in India. Stando a quanto trapela, la nuova variante dovrebbe essere in tutto e per tutto uguale alla Delta, con la differenza di un’ulteriore mutazione, la K417N, già studiata nella variante Beta e in altre varianti.

Covid-19
Covid-19

Proprio quest’ulteriore mutazione potrebbe permettere al virus di legarsi meglio ai recettori delle nostre cellule polmonari, per infettarle. Sono pochi però i dati a disposizione degli esperti fino a questo momento. Come la Delta, anche questa versione ‘rafforzata’ potrebbe essere in grado di espandersi più rapidamente, essendo più contagiosa. Non è ancora chiaro quale possa essere il rapporto con le vaccinazioni.

Variante Delta Plus in Italia: la situazione

Con una sintomatologia simile a quelle altre varianti, compresa quella Delta ‘standard‘, che sta mettendo in ginocchio il Regno Unito, al momento è difficile stabilire quale sia la situazione dei contagi da Delta Plus in Italia. Quel che è certo è che negli ultimi giorni anche nel nostro paese le percentuali di diffusione dei contagi stanno tornando a crescere, dopo un lungo periodo di decrescita. Casi di variante Delta sono stati segnalati in Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Veneto, Emilia-Romagna. Toscana, Umbria, Puglia, Sicilia e Lazio. La regione con il maggior numero di casi segnalati per il momento è però la Campania.