Browse By

Raffaella Carrà, Arbore e Baudo alla camera ardente: “Un’artista che ci ha invidiato tutto il mondo”

Raffaella Carrà

Alla camera ardente in Campidoglio sono giunti i tanti amici e famosi colleghi di Raffaella Carrà per gli ultimi omaggi alla conduttrice.

Pippo Baudo, Renzo Arbore ma anche Pupo, Maria De Filippi e Vladimir Luxuria sono giunti nella giornata del 7 luglio alla camera ardente allestita in Campidoglio per l’ultimo commosso saluto a Raffaella Carrà, scomparsa il 5 luglio 2021 a 78 anni a causa di una malattia che fino alla fine aveva voluto tenere segreta. Commossi e vicini alla famiglia della conduttrice, i suoi amici e colleghi l’hanno ricordata con enorme ammirazione. “Nessuno di noi pensava che Raffaella fosse ammalata, ha dato un’enorme prova di forza e coraggio anche in questo. Abbiamo avuto una grande artista che ci ha invidiato tutto il mondo”, ha dichiarato Baudo alla camera ardente (stando a quanto riporta TgCom24).

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà

Raffaella Carrà: la camera ardente

Tra lacrime ed applausi si è svolto il corteo funebre di Raffaella Carrà, partito dalla sua abitazione a via Nimea e giunto infine al Campidoglio – dove è stata allestita alla camera ardente – passando per alcuni dei luoghi simbolo della sua carriera. In tanti tra fan, amici e colleghi hanno rivolto i loro omaggi all’artista, scomparsa il 5 luglio dopo aver tenuto nascosta per mesi la sua malattia.

“Ho ritrovato su YouTube il filmato del debutto di Raffaella in un mio programma nel 1969. Era  una ragazzina, senza trucco, e già dimostrava tutta la sua umanità, modestia e capacità di parlare con i giovani. Già allora si poteva intuire che sarebbe diventata una diva”, ha dichiarato Renzo Arbore a Tgcom24 una volta giunto al Campidoglio insieme a Pippo Baudo. Oltre loro anche Pupo, Vladimir Luxuria, Michele Cocuzza e Barbara Boncompagni (così come molti altri) hanno preso parte al corteo funebre. Maria De Filippi è entrata da un ingresso laterale e si è chiusa in un momento di raccoglimento con Sergio Japino, grande amore della compianta conduttrice.

I funerali e le ultime volontà

Sul feretro scelto da Raffaella Carrà sono stati deposti numerosi girasoli e fiori gialli (il suo colore preferito). Nelle sue ultime volontà la conduttrice avrebbe chiesto espressamente una bara umile in legno grezzo e un’urna dove riversare le sue ceneri. I funerali si terranno il 9 luglio nella chiesa di Santa Maria in Ara Coeli e saranno trasmessi in diretta tv.