Browse By

Selvaggia Lucarelli contro Fedez: “Il vero coraggio è altro”

Selvaggia Lucarelli

Dopo il clamore suscitato da Fedez al concerto del 1° maggio (e che la Rai avrebbe tentato di censurare) Selvaggia Lucarelli si è scagliata contro il rapper.

Durante il concerto del 1° maggio Fedez si è espresso in sostegno del DDL Zan e a seguire ha fatto sapere, tramite un post via social, che la Rai avrebbe tentato di censurare il contenuto del suo monologo (in cui il rapper si scagliava apertamente contro alcuni esponenti della Lega).

Attraverso un suo post Selvaggia Lucarelli ha spiegato perché, a suo avviso, nel gesto fatto dal marito di Chiara Ferragni non ci sarebbe nulla di coraggioso: “Il coraggio si misura con un’ unica unità di misura: quanto e cosa si rischia di perdere, compiendo una determinata azione. Fedez ha sposato una causa giusta in una fase di consenso per il ddl Zan enorme, e per fortuna. Non lavora in Rai, non ha bisogno dei pochi soldi della Rai perché ne guadagna moltissimi altrove. “Beh, intanto lui ha denunciato le pressioni e gli altri no!”, dicono in molti. Beh, signori miei, non tutti si possono permettere di rinunciare al loro stipendio in Rai o altrove, per questioni di principio. E lo dice una per cui i principi sono importanti. C’è chi deve mangiare, Fedez continuerà a mangiare”, ha scritto la giornalista nel suo post.

Selvaggia Lucarelli contro Fedez

Fedez è tornato a sostenere ancora una volta il DDL Zan e a seguire, tramite social, ha pubblicato il video di una telefonata intercorsa tra lui e il direttore di Rai3, che gli avrebbe chiesto non di non fare i nomi di alcuni esponenti della Lega da lui citati all’interno del suo intervento del concertone. A seguito dell’accaduto il rapper si è sfogato via social scrivendo:

È la prima volta che mi succede di dover inviare il testo di un mio intervento perché venga sottoposto ad approvazione politica, approvazione purtroppo che non c’è stata in prima battuta o meglio, dai vertici di Rai3 mi hanno chiesto di omettere dei partiti e dei nomi e di edulcorare il contenuto. Ho dovuto lottare un pochino, ma alla fine mi hanno dato il permesso di esprimermi liberamente. Come ci insegna il Primo Maggio, nel nostro piccolo dobbiamo lottare per le cose importanti. Ovviamente da persona libera mi assumo tutte le responsabilità e le conseguenze di ciò che dico e faccio.”

Selvaggia Lucarelli ha criticato la vicenda via social citando uno dei vecchi brani di Fedez (“Tutto il contrario”) contenente una sua frase offensiva verso Tiziano Ferro: “Era ironico? Va bene. Voleva dire il contrario? Va bene. Quella strofa però era violenta, qualunque lettura le si voglia dare. La canzone è ancora lì, mai ritirata. E questo che Fedez definisce “cambiamento nel modo di esprimersi” lo avrei accompagnato con delle scuse fatte bene a Ferro, come gli suggerì Mika anni fa: “Si dice sono stato uno st***zo”. Invece, a chi glielo ha fatto notare negli anni, sempre risposte piccate, infastidite”, ha scritto la giornalista.

La polemica riguardante Amazon

Selvaggia Lucarelli ha anche affermato che Fedez “non avrebbe avuto nulla da perdere” per quanto riguarda il caso della presunta censura attuata dalla Rai, mentre sarebbe stato davvero coraggioso a parlare delle condizioni di lavoro dei dipendenti Amazon (di cui Fedez è testimonial):

“Poteva rivolgersi al suo principale datore di lavoro, Amazon, e usare quel palco per chiedere di tutelare i diritti dei suoi lavoratori che fanno pipì nelle bottiglie e i cui sindacati sono costantemente ostacolati. In questo Fedez poteva essere coraggioso. Dimostrare di avere il coraggio di perdere qualcosa”, ha affermato la giornalista.